DOPO PLATONE. NOTE A MARGINE SULLA FANTASIA IN ARISTOTELE E AVERROE+

  • Jolanda Capriglione

Resumen

La phantasia non è stata una dynamis molto fortunata nel mondo classico, soprattutto dopo i sospetti¹ che su di lei aveva lanciato Platone relativamente al rapporto alethes-pseudos che, nel caso della phantasia, inverte i ruoli delle due categorie. Nel mondo di to phantastikon, infatti, to on non coincide con alethes, ma proprio con pseudes. La storia di phantasia comincia a mutare con Filostrato per arrivare, dopo un lungo cammino, ad Averroè che comincia a riconoscerle uno status di virtus conoscitiva, a prescindere dal suo rapporto con la realtà data.

Biografía del autor/a

Jolanda Capriglione
II Università di Napoli
Sección
Artículos