La prima causa publica di Cicerone: una rilettura della Pro Sex. Roscio Amerino

Autores/as

  • Piergiorgio Parroni

Palabras clave:

Cicerone, strategia difensiva, Roscio Amerino, situazione politica

Resumen

Una rilettura di questa celebre orazione rafforza l’impressione che Cicerone non fu in grado di produrre prove schiaccianti a favore dell’accusato. La sua argomentazione è piuttosto debole e spesso contraddittoria, tanto che alcuni studiosi moderni hanno messo in dubbio l’innocenza di Roscio. Comunque non ci sono fondati motivi per crederlo. In realtà Cicerone non riuscì ad andare a fondo in questo affaire probabilmente a causa della torbida situazione politica, ma Roscio quasi certamente non fu colpevole. Nonostante la debolezza della sua strategia difensiva Cicerone vinse la causa e riscosse uno straordinario successo grazie alla veemenza della sua oratoria. Il presente articolo tende a dissipare qualche dubbio relativo allo svolgimento dei fatti, ma molto di più è ciò che resta avvolto nell’oscurità.

Descargas

Los datos de descargas todavía no están disponibles.

Descargas

Publicado

09-02-2016

Cómo citar

Parroni, P. (2016). La prima causa publica di Cicerone: una rilettura della Pro Sex. Roscio Amerino. Myrtia, 30, 61-75. Recuperado a partir de https://revistas.um.es/myrtia/article/view/249941

Número

Sección

Artículos